PERCHE’ L’OLIO CONGELA AL FREDDO?

Spesso può capitare di acquistare l’Olio Extravergine di Oliva nei mesi invernali. Dopo averlo conservato, magari in una cantina al freddo, ci accorgiamo che ha cambiato aspetto e non risulta più liquido.

MA PERCHE’ L’OLIO CONGELA?

Inanzi tutto c’è da dire che l’Olio non filtrato tende a solidificare prima, dovuto anche alla presenza di residui di acqua di vegetazione.

L’Olio Extravergine di Oliva comincia a cambiare la sua normale consistenza già verso i 12 gradi fino ad assumere un aspetto solido alla temperatura di 4 gradi centigradi.

In un primo momento si noterà la formazione di piccoli pallini bianchi che inizialmente restano in sospensione per poi depositarsi sul fondo.

Questa prima trasformazione è dovuta alla cristallizzazione dei trigliceridi. In un secondo momento sotto i 4 gradi si assiste al completo congelamento dell’Olio.

Quindi possiamo affermare che in un Olio filtrato l’effetto congelamento è meno evidente.

Quando scongeliamo l’Olio cosa succede? Rimane lo stesso o cambia?

Quando andiamo a scongelare l’Olio di Oliva avviene una separazione e rottura di alcuni legami dei composti fenolici che sono responsabili della qualità e delle proprietà organolettiche del nostro prodotto.

Quindi potremo notare un deterioramento più precoce mentre il sapore e il gusto rimarranno pressochè invariati.

Possiamo perciò affermare che bisogna sempre cercare di conservare il nostro Olio Extravergine di Oliva nel migliore dei modi e cercare sempre di consumarlo entro un’anno dalla molitura delle Olive così da consumare sempre un prodotto con elevate proprietà organolettiche.

Bisogna sempre evitare locali troppo freddi perchè altrimenti l’olio congela.